Logo SogniCarini

UNICORNO | Tra la leggenda e la realtà

Unicorno:cavallo con un corno avvolto a spirale sulla fronte, dotato di poteri magici e a volte rappresentato con le ali. Molte persone ci credono nella sua esistenza e altri pur non credendo, rimangono sorpresi e attratti alla sua bellezza. Ma l’unicorno, esiste davvero?


LEGGENDA

-Secondo la Bibbia:
In alcune versioni della Bibbia, l’unicorno è il primo animale nominato da Adamo nel momento della creazione del mondo. Quando Adamo ed Eva sono cacciati dal giardino dell’Eden, anche l’unicorno li seguirono. E da qui, è diventato il simbolo di purezza e saggezza.
Inoltre si credeva che solo una fanciulla pura di corpo e di anima poteva ammansirlo, cioè Vergine (simbolo della purezza).

-Secondo i medievali:
Nell’epoca medievale l’unicorno è raccontato nei romanzi come un animale mite ma invincibile, simbolo del coraggio e forza. Mentre nella vita reale medievale, al corno a spirale dell’unicorno è attribuito la capacità di neutralizzare i veleni. Si dice che molti sovrani realizzarono coppe con il corno di questo animale leggendario per rendere innocuo il veleno.

-Secondo i cinesi:
Nella mitologia cinese, l’unicorno è visto come un animale benevole, e il simbolo di un era di prosperità. Si racconta che 5000 anni fa il primo unicorno apparse all’imperatore cinese e gli insegnò la scrittura dando così inizio a una nuova  civiltà.


REALTÀ

-nelle opere artistiche:

Molti artisti realizzarono quadri che rappresentano l’unicorno accanto a una giovane ragazza (simbolo di purezza). Si narra che l’invincibile unicorno poteva esser dominato solo da una ragazza vergine. Si avvicina solo ad essa e mentre le appoggia il muso sul grembo e si addormenta, viene catturato dai cacciatori.

“Vergine con unicorno” di Domenico Zampieri, 1604
“Dama col Licorno” di Raffaello, 1505-1506

-scoperte:

Alcune ricerche scientifiche portarono alla luce nel 2016 in Kazakistan un fossile animale, riconducibile alla figura dell’unicorno. Si tratta dell’unicorno Siberiano, un animale con un lungo corno che parte dal muso, ma caratterizzato da un corpo peloso e robusto. Questo animale, che è veramente esistito e si è estinto da più di 30 mila anni, più che a un cavallo, assomigliava a un rinoceronte.

Ricostruzione dell’unicorno Siberiano

E ALLA FINE…

L’unicorno che conosciamo noi, a forma di cavallo con un corno a spirale sulla fronte forse non è mai esistito, o forse è esistito ma ancora non si è scoperto. Il misterio della natura ci lascia sempre delle sorprese. Mi piace molto una scena di “Cattivissmo me 3”:

Agnes vendò il suo adorato peluche di unicorno per il padre Gru, e mentre cerca nella foresta disperatamente, trova un vero “unicorno”, una capra con un corno solo.

A volte la felicità è davvero semplice, spero che ognuno possa trovare il suo “unicorno” e la sua felicità. 😉

Condividi:
Annalisa